NON VI E' DUBBIO CHE UNA NAZIONE PASSATA DA UN REGIME MONARCHICO AD UN REGIME REPUBBLICANO SIA UNA NAZIONE «DECLASSATA», E CIÒ NON PUÒ NON ESSERE AVVERTITO DA CHIUNQUE ABBIA UNA SENSIBILITÀ PER VALORI I QUALI, PER ESSERE SOTTILI E IMMATERIALI, NON PER QUESTO SONO MENO REALI.

venerdì 31 dicembre 2010

Il fiuto politico del Re che costruì la patria


Difetti e meriti di Vittorio Emanuele II, un monarca all’altezza delle sue ambizioni


Anche spogliato degli abbellimenti tipici della retorica dinastica risorgimentale, del resto non più in voga ormai da lungo tempo, il primo monarca dell’Italia unita resta un personaggio notevole.
Lo può constatare chiunque legga il catalogo della mostra Vittorio Emanuele II. Il re galantuomo, (Fabbrica delle Idee) allestita dalla Fondazione DnArt presso il Castello reale di Racconigi. 
Un volume, con prefazione di Giovanni Minoli, che contiene molte belle immagini, ma anche diversi saggi su Casa Savoia, sulla figura del sovrano, sulle complesse vicende che condussero il nostro Paese a conquistare l'indipendenza e l'unità, 150 anni or sono.

martedì 28 dicembre 2010

Anniversario della scomparsa di Re Vittorio Emanuele III


Una bella immagine del Re riportata sulla copertina del settimanale OGGI in occasione della scomparsa in esilio del Sovrano.
La riportiamo nel 63° anniversario della scomparsa .

www.reumberto.it/oggi48.htm

mercoledì 22 dicembre 2010

www.reumberto.it bilancio di un anno.


L'anno scorso, il 21 Dicembre, il sito si è trasferito pressoché completamente sul nuovo dominio. Nell'occasione vi è stato anche un uso più razionale e sistematico del counter di shinystat.
Il bilancio è decisamente superiore a quello che avevamo ritenuto abituale negli anni precedenti. Ve ne era il sospetto per la verità, ma il counter messo unicamente sulla prima pagina non poteva che dare statistiche inferiori a quelle reali.
Dopo un anno esatto posiamo dire che il sito ha ricevuto 12.500 visite e sono state lette poco più di 50.000 pagine.

Questi numeri sono circa 4 volte superiori a quelli di cui si aveva conoscenza precedentemente.
Ne siamo ovviamente contenti perché questo quantifica un affetto verso S.M il Re Umberto II che non si riduce con il passare del tempo e perché il nostro sforzo di strappare all'oblio la sua voce viene premiato dai visitatori.

Ci auguriamo per il 2011 di poter continuare nel nostro sforzo magari migliorando ancora.
Grazie a tutti!

Il webmaster del sito e lo staff di monarchicinrete.

martedì 14 dicembre 2010

Aggiornamento del sito dedicato a Re Umberto II


In questa giornata in cui i parlamentari della repubblica hanno dato, da una parte e dall'altra, una così buona prova di se medesimi, è stato pubblicato sul sito dedicato a Re Umberto II un messaggio del 1966 ai parlamentari aderenti all'Unione Monarchica Italiana.
Buona lettura!

venerdì 10 dicembre 2010

Le stupidaggini dei mazziniani


Unità d’Italia: i mazziniani criticano la data del 17 marzo.
Secondo l’Associazione mazziniana (Ami) è una data troppo legata alla monarchia.



Nemmeno Mazzini ne aveva pensate di simili riconoscendo che la forza unificatrice della Monarchia aveva potuto quello che non avevano potuto i suoi tentativi di insurrezione che si risolsero sempre in autentici massacri di patrioti in buona fede.
Ma, come evidente, non c'è limite al peggio: i suoi emuli riescono a completare le sue mancanze anche a distanza di 150 anni.